Responsabilità sanitaria e media conciliazione

Giesse offre a tutti gli operatori del settore (avvocati, patrocinatori stragiudiziali, liquidatori, medici legali, medici specialisti) una giornata di studio sulla responsabilità medico sanitaria.

L’accresciuta consapevolezza dei cittadini riguardo i propri diritti ha reso gli errori medici una sorta di “nuova frontiera” del risarcimento danni, con notevole aumento del contenzioso con ospedali e aziende sanitarie.

A questa recente tendenza non corrispondono, tuttavia, mezzi adeguati, anche dal punto di vista procedurale, per la concreta tutela dei diritti.

I soggetti responsabili di malpractice hanno difficoltà ad assicurarsi per la RC, se non a prezzi e franchigie molto elevati; l’assenza di azione diretta nei confronti dell’impresa assicuratrice impedisce poi, nei fatti, una più rapida definizione delle controversie, stante anche lo scarso utilizzo e successo della CTP ex art. 696 bis c.p.c. Nemmeno la mediazione obbligatoria, introdotta con il D.M. n. 28 del 04.03.2010, sembra poter agevolare gli operatori, rendendo inutilmente più costoso l’accesso alla giustizia.

Giesse con questa giornata formativa propone una riflessione sullo stato dell’arte della responsabilità sanitaria, attraverso il confronto e il contributo di esponenti di prim’ordine del campo giuridico, medico specialistico e medico legale, strutturandola in una prima parte, alla mattina, dedicata ai principi generali, una seconda parte, la prima sessione pomeridiana, nella quale verranno approfondite e analizzate le particolarità di alcune medicine specialistiche, per concludere, nella seconda sessione pomeridiana, con una tavola rotonda sulle opportunità e le criticità della mediazione civile.

 

 

Responsabilità sanitaria e media conciliazione

DIVENTA UN CONSULENTE DEL RISARCIMENTO

CÁndidati ora!